Articoli

Quando sono nella zona, non penso al tiro o al vento o alla distanza o a qualsiasi altra cosa. Prendo solo la mazza e faccio uno swing.

Mark Calcavecchia

Nella prima parte di questo articolo abbiamo descritto lo stato di trance agonistica, chiamato anche zona o flusso, nelle sue caratteristiche fondamentali. In questa seconda parte vedremo invece quali sono gli elementi specifici che lo caratterizzano e che ne descrivono l’esperienza per gli sportivi.

Come abbiamo già evidenziato, alcune persone raggiungono la trance agonistica più facilmente e frequentemente di altre. Lo psicologo ungherese Mihaly Csikszentmihalyi definisce queste persone come ‘autoteliche’. L’autotelismo è la convinzione che un lavoro soddisfacente sia una giustificazione in sé e per sé. I tratti della personalità autotelica includono la curiosità, la tenacia, la bassa egocentricità e il desiderio di svolgere attività solo per ragioni intrinseche.

Continua a leggere

Colui che conosce il proprio obiettivo si sente forte

Lao Tzu

Per raggiungere qualsiasi risultato per prima cosa è essenziale aver ben chiaro dove vogliamo arrivare, ossia fissare un obiettivo da raggiungere. Ma se gli obiettivi non sono strutturati nel modo corretto, è molto probabile che le nostre energie saranno mal direzionate e le possibilità di raggiungerli (e verificarli) verranno sensibilmente ridotte. Questo vale in tutti i campi: vita privata, lavoro, sport.

In PNL si parla di obiettivi ben formati, nella gestione aziendale di obiettivi S.M.A.R.T. Il succo in entrambi i casi è sempre lo stesso: perché possa trasformarsi in risultato, è necessario che un obiettivo possegga determinate caratteristiche.

Continua a leggere